L’incredibile scoperta fatta da un appassionato collezionista, che riporta alla luce un modello datato 1867, in suo possesso.

Un orologio antichissimo, realizzato nel 1867, il più antico mai trovato fino a oggi tra quelli firmati Longines. E venuto alla luce quasi per caso, grazie a un appassionato collezionista che ha permesso di fare l’incredibile scoperta. Una notizia diffusa dalla stessa maison, da sempre molto legata al proprio passato e a una storia di successi iniziata nel 1832, quando il nome era ancora Agassiz & Compagnie. Il marchio della clessidra alata, non a caso, ha grande cura per il proprio museo e gli archivi storici ed è costantemente a caccia dei suoi pezzi più antichi.

Il possessore dello storico orologio Longines è un americano di origini giapponesi, che si è recato presso la sede del brand per far autenticare il pezzo avendo così conferma di aver tra le mani un modello, numero di serie 183, risalente al 1867. Un anno speciale, tra l’altro, per la casa elvetica: quello in cui nasceva la prima fabbrica, in sostituzione dell’originale laboratorio fondato nel 1832. 

Il prezioso orologio è un modello da tasca in argento tipo “savonette” con movimento a carica
meccanica ed è la perfetta sintesi dei pezzi creati all’epoca da Longines, una vera e propria pagina di storia. La clessidra alata è incisa sul movimento e all’interno del coperchio, ornato all’esterno dall’incisione di due stemmi vuoti e da un motivo floreale. Un modello che, semplicemente, non ha prezzo, anche grazie alle sue ottime condizioni e al funzionamento perfetto.