Viaggio nella parte meno conosciuta della città, quella che vede protagonista gli orologi: una pratica guida per gli amanti delle lancette.

La capitale della musica, quella che ha visto nascere ed esibirsi Rolling Stones, Who e Clash. Del calcio, con i derby accesissimi tra Chelsea, Arsenal, West Ham e Tottenham. Ma anche delle lancette. Sì perché Londra ha parecchio da insegnare alle altre capitali mondiali in tema di orologi. E se, in viaggio oltre la Manica, non ve ne siete mai accorti, probabilmente è solo perché non sapevate bene dove cercare.All’interno delle Churchill War Rooms, a Westminster, ci sono ad esempio alcuni oggetti appartenuti allo storico primo ministro inglese, tra i quali il Breguet  n. 765 fatto realizzare da suo nonno e soprannominato “La Rapa“, un cronografo con funzione rattrapante e ripetitore dei minuti.

(credits iwm.org.uk)

Anche il British Museum nasconde al proprio interno preziose sorprese: nonostante lo spazio dedicato agli orologi non sia molto ampio, è comunque possibile imbattersi in modelli di ogni epoca, in un esaustivo ma veloce viaggio nel tempo. Non stupitevi, quindi, se accanto a un Jaeger-LeCoultre Atmos vedrete esposta una sveglia digitale della Sony.

(photo britishmuseum.org)

Attivo nella promozione di eventi culturali durante tutto l’anno, il London’s Science Museum ospita anche un’esposizione organizzata dagli Orologiai di Londra, una raccolta di segnatempo che risalgono anche al ‘600 realizzati da maestri britannici come George Graham e John Harrison.

(photo sciencemuseum.org.uk)

Se siete in vena di acquisti, impossibile non fare un salto a Bond Street e New Bond Street, quest’ultima 14 anni più giovane dell’altra. No, niente agenti segreti, ma due strade popolate da gioiellerie, negozi d’arte e ovviamente boutique di orologeria. Girovagando, riuscirete a imbattervi in pezzi pregiati come un Breguet Double Tourbillon o un Hublot MP-05 LaFerrari. Da segnalare anche la celebre casa d’asta Philips e la galleria commerciale Burlington Arcade, dove è possibile trovare segnatempo vintage di ogni epoca.

(photo burlingtonarcade.com)

Prezzi e articoli per ogni gusto e portafogli: il grande magazzino Harrods si presenta da solo e nasconde al suo interno anche occasioni imperdibili per gli amanti delle lancette. La Harrods Fine Watch Room contiene infatti, oltre a modelli specifici realizzati da varie maison per essere venduti proprio nel regno londinese del lusso, anche orologi così rari da rischiare di passare inosservati persino all’occhio dei collezionisti più esperti.

(photo harrods.com)

Impossibile non citare, infine, il regno del tempo, Greenwich. Raggiungibile anche in barca, il distretto che dà il nome a un fuso orario è anche la sede del Royal Museums Greenwich dedicato agli orologi nati per tuffarsi in mare. Breguet, Omega e A. Lange & Söhne sono solo alcuni dei marchi che è possibile trovare all’interno. Obbligatoria una visita al “Primo Meridiano“, ma con le giuste aspettative: in fondo, non è niente di più di una linea tracciata sul terreno.

(photo rmg.co.uk)