Guida degli indirizzi più esclusivi al mondo dove sfoggiare uno dei nuovi modelli Clifton Club

La voglia di vincere, il sudore, il battito accelerato. Ma anche il senso si appartenenza, l’eleganza che trasmette, la complicità. Gli uomini oggi amano lo sport anche il suo aspetto sociale, la possibilità di ridere e scherzare in compagnia con gli amici dopo essersi affrontati in campo, il trovare nel proprio club una seconda famiglia. Un concetto che Baume & Mercier ha capito alla perfezione: l’azienda ginevrina ha infatti presentato un orologio sportivo, versatile ma allo stesso tempo dal look ricercato pensato per essere sfoggiato al polso dei “gentlesporsmen”, termine coniato dalla stessa maison per definire una categoria di clienti che fanno dell’attività fisica un autentico stile di vita. Il Clifton Club è così un segnatempo pregevole e versatile, pronto ad accompagnare il suo possessore in ogni occasione, dal campo da tennis a un importante appuntamento di lavoro.

Dotato di movimento meccanico svizzero a carica automatica con datario di comprovata affidabilità (resistenza agli urti testata a 550G, regolazioni elaborate su 3 posizioni), il segnatempo ha una cassa con apertura rotonda di 42mm in acciaio inossidabile, con uno spessore di 10,3 mm. A contribuire alla versatilità dell’orologio la palette cromatica e il copricorona integrato che si adatta perfettamente alla linea. Il Clifton Club è impermeabile fino a 100 metri, ideale per gli sport nautici e acquatici, e disponibile con tre diversi cinturini. Cinque le diverse versioni: due varianti con cassa in  acciaio inossidabile lucido-satinato e cinturino in pelle di vitello all roads, due con bracciale in acciaio, per un utilizzo più metropolitano e una variante full black (quadrante nero, cassa in acciaio con trattamento ADLC nero microbillé e cinturino integrato in caucciù).

A proteggere il Clifton Club un vetro zaffiro piatto antigraffio con trattamento antiriflesso interno per ottimizzare la leggibilità.  Il retro riporta infine lo stemma con segno di riconoscimento, tessera di un club esclusivo da sfoggiare con vanto.

E a proposito di club: quali sono i più ricercati al mondo, dove presentarsi con il proprio segnatempo al polso (dal costo di 2.250 euro)? Eccone 7 che forse non conoscete ancora.

Yellowstone Club, Montana, Usa

55 chilometri quadrati tra le montagne, un resort che offre piste da sci d’inverno e campi da golf estivi. Una quota d’iscrizione di 30mila dollari all’anno per frequentare una clientela vip che spazia da Bill Gates a Ben Affleck passando per Justin Timberlake e Jessica Biel.

Core Club, Manhattan, Usa

Spa, palestra. Ma anche opere preziose e artisti che organizzano incontri e conferenze. Un club al quale non manca niente: né un teatro che offre eventi e presentazioni né soci dal nome altisonante (vi dice nulla un certo George Clooney?).

White’s, Londra, Inghilterra

Se volete entrare a far parte di questo club, tra i più antichi ed esclusivi al mondo, dovrete armarvi di tanta pazienza. La lista d’attesa è infatti lunghissima e ogni nomina viene valutata da 35 parti. Fanno parte del White’s club il principe Charles e il principe William, mentre David Cameron lo ha abbandonato a causa della sua chiusura alle donne.

Capital Club, Dubai

Nel distretto finanziario della città, i nuovi membri vengono accettati soltanto se possono contare sulla raccomandazione di due affiliati. All’interno bar, ristoranti, palestra, terrazza con vista sul Burj Khalifa. Costo della quota? Sconosciuto (e non aggiungiamo altro).

Silencio, Parigi

Aperto dal 2011, Silencio è tra i club più esclusivi della capitale francese: la tessera, dal costo mensile di 85 euro, è infatti riservata solo a chi dimostra grande impegno nella sua professione. Oltre a bar, ristorante, sala proiezioni, sala concerti e biblioteca il locale vanta anche i interni sono decorati con mattoni d’oro.

Soho House, Londra, Inghilterra

Il ritrovo dei vip per eccellenza, nato a Londra per poi diffondersi in tutto il mondo con strutture facili da riconoscere. Quota d’iscrizione da 2mila dollari annui, previa la nomina da parte di due affiliati. E la certezza che non basta la fama per essere selezionati: chiedere conferma a Kim Kardashian, già respinta due volte.

Roppongi Hills Club, Tokyo

Vista mozzafiato dal 51esimo piano, sullo skyline della città. All’interno sette ristoranti, due bar e spazi per organizzare eventi e riunioni. La clientela vanta leader mondiali e star ma la selezione è durissima. Quota annua? 11 mila dollari, centesimo più centesimo meno.