La maison rilancia a Baselworld lo storico modello Computron Led digitale, presentato in una nuova versione.

Futuristico, dal design decisamente poco convenzionale e pronto a indossare una nuova veste. Bulova ritorna al futuro dando una seconda vita a un suo storico modello, il Computron Led digitale, proposto in una versione inedita andata ad arricchire la collezione Archive Series, pensata proprio per iniettare altra linfa nelle lancette di orologi iconici della maison con sede a New York. Una novità che il marchio ha annunciato in occasione di Baselworld 2019, un’occasione per festeggiare alla grande il compleanno numero 144.

Per conoscere la storia del Computron Led bisogna risalire al periodo che va tra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli ’80, quando gli orologi elettronici al quarzo conobbero un vero e proprio boom. Bulova, che puntava a conquistare gli appassionati di orologeria con l’alta tecnologia dei suoi prodotti, colse l’occasione realizzando un segnatempo orientato al digitale, lanciato per la prima volta sul mercato nel 1976 e caratterizzato da una cassa trapezoidale con schermo inclinato, visibile frontalmente.

Una soluzione che valse al modello il soprannome di “driver’s watch”, visto che per leggere l’ora non era di fatto necessario girare il polso, una trovata molto comoda per chi era alla guida. Un design unico riproposto oggi, nel 2019, con display a led in diversi colori che mostra ore, minuti, secondi e doppio fuso orario, tutte informazioni che è possibile richiamare mediante pressione della corona. Tre le versioni in cui è disponibile il nuovo Computron Led: cassa e bracciale Ip oro con display a Led rossi, cassa in Ip nero con cinturino in caucciù e infine cassa in acciaio con display a Led blu.