La maison presenta l’ultima versione del suo iconico orologio in ceramica, arricchito da un inedito movimento.

Elegante senza rinunciare al suo animo sportivo, pratico e all’avanguardia sotto il profilo tecnologico e realizzato in un materiale particolare come la ceramica. Sebbene il primo orologio lanciato da Chanel sia stato il Première, è con il lancio del J12 che la maison viene ufficialmente riconosciuta anche dai competitor del settore come un’importante player nel mondo dell’orologeria. Un modello pensato per scandire i secondi più preziosi della vita di una donna che non si tira indietro di fronte alle sfide, ispirato non a caso nel look alle imbarcazioni che solcano i mari gareggiando nell’America’s Cup. e che quest’anno è stato protagonista di un importante restyling.

“Tutto deve cambiare affinché niente cambi”: la gattopardiana reinterpretazione di questa icona ne mantiene lo spirito, ma introduce una serie di migliorie sia tecniche che dal punto di vista del design. Il nuovo J12 si caratterizza per il quadrante laccato bianco o nero dalle dimensioni maggiori, con lunetta e corona invece più assottigliati. La cassa da 38 mm è sempre in ceramica high-tech. I numeri arabi sono trattati in Super-Luminova per migliorare la leggibilità. Impermeabile fino a 200 metri di profondità, l’orologio è accompagnato da bracciale in ceramica high-tech bianca o nera con chiusura pieghevole la cui vestibilità del polso risulta migliorata.

Fiore all’occhiello del nuovo J12 è però il calibro 12.1 realizzato dallo studio creativo di Chanel, con massa oscillante in tungsteno dalla particolare forma tonda che consente di vedere bene tutti i particolari del movimento. Certificato cronometro dal COSC (Contrôle Officiel Suisse des Chronomètres), ha un’autonomia di funzionamento di circa 70 ore rispetto alle 40 del predecessore, l’ETA 2892. Il prezzo del modello è di 5.300 euro.