Swatch lancia i nuovi orologi Bioreloaded realizzati nel rispetto della natura e dell’ambiente e declinati in versione classica, Sistem51 e con la nuova tecnologia SwatchPay!

La precisione svizzera si incontra con l’utilizzo di materiali di origine naturale nei nuovi orologi meccanici Swatch Bioreloaded, realizzati a partire da elementi biologici. Un’innovazione che non ha precedenti nel campo dell’orologeria, e che nasce per parlare direttamente al cuore delle persone e invitarle a riflettere sul modo con cui utilizziamo ogni giorno il nostro tempo. A testimonianza del ruolo sempre più importante di questo tipo di produzione, a poche settimane dal lancio di questa importante novità sono già molti i modelli realizzati a partire da due materiali biologici estratti dai semi di ricino e con una nuova confezione in PaperFoam, materiale composto da un’innovativa miscela di amido di patate e tapioca, completamente biodegradabile e riciclabile insieme ai rifiuti di carta o persino compostabile direttamente a casa).

A partire dalla collezione 1983 omaggio all’anno di fondazione di Swatch, che prende spunto dai primi segnatempo prodotti (qui sotto).A questi si aggiunge la nuova linea di modelli meccanici Sistem51 Bioreloaded che segna così il debutto di nuovi materiali di origine biologica anche sul celebre automatico di Swatch, che non richiede pertanto neanche la presenza di una batteria ma è alimentato direttamente dal movimento della persona che lo indossa. Ogni movimento del polso mette infatti in movimento il rotore, caricando così l’orologio in modo che il Sistem51 sia caratterizzato da un movimento “automatico” o “ad autocaricamento”.
Il calibro dell’orologio continua così a funzionare anche quando l’orologio viene tolto dal polso e messo a riposo per un po’, garantendo complessivamente una straordinaria riserva di carica di ben 90 ore.Ma Swatch sceglie di essere Bioreloaded anche su alcuni modelli che segnano un’ulteriore importante novità per la maison: l’introduzione di SwatchPay!, sistema di pagamento contactless che utilizza un chip radio Nfc (Near Field Communication) integrato nel quadrante dell’orologio. Per completare la transazione, non serve far altro che avvicinare l’orologio al Pos e inserire il Pin della carta solo per le transazioni superiori a 25 euro.