Il celebre modello, che ha accompagnato gli avventurieri di tutto il mondo, riproposto oggi in edizione limitata.

Era il 1970 quando Seiko lanciava un orologio subacqueo destinato a un roseo futuro, quel Diver pensato per garantire agli amanti dell’avventura il massimo dell’affidabilità e della precisione in ogni circostanza. Molti i segni distintivi che, negli anni, gli valsero tra i collezionisti l’affettuoso nomignolo di “tartaruga”: dalla forma dell’ampia cassa alla corona, posizionata a ore 4. Il design del 1970 incontrò subito la fortuna dei tanti amanti delle emozioni forti, che lo scelsero come compagno di avventura nel tentare imprese poi passate alla storia. Tra questi il giapponese Naomi Uemura, che raggiunse l’Alaska partendo dalla Groenlandia con una slitta trainata da un solo cane: un viaggio di 12.000 km per il quale impiegò diciotto mesi. Un mito che oggi torna in versione leggermente più larga dell’originale nel Seiko Prospex 1970 Diver Limited Edition, fedele esteticamente al suo antenato ma totalmente aggiornato nella tecnologia.All’interno batte il calibro 8L35 a carica automatica, progettato specificatamente per l’uso negli orologi subacquei, con riserva di 50 ore. La cassa ha un rivestimento extra-duro e un cristallo zaffiro a doppia curvatura, per garantire un’impermeabilità fino a 200 metri di profondità. La superficie superiore della lunetta è lucidata con la tecnica Zaratsu per garantire un risultato a specchio. Ad accompagnare il Seiko Prospex 1970 Diver, costruito a mano nel Shizukuishi Watch Studio nel nord del Giappone, è un cinturino in silicone ad alta resistenza. Il modello è realizzato in edizione limitata a soli 2.500 esemplari ed è disponibile presso i principali rivenditori della maison di tutto il mondo.