La casa della corona presenta le sue novità 2020 con un importante focus sul Submariner: più grande e con un nuovo movimento.

L’attesa è finita (e le aspettative sono state confermate): le novità 2020 di Rolex non sono più un mistero. La casa della corona inaugura infatti il mese di settembre confermando le attese dei suoi appassionati, ovvero con il lancio dei nuovi Submariner. Un evento accompagnato da una piccola, grande rivoluzione: i modelli in acciaio saranno disponibili già nei prossimi giorni, mentre per le versioni in oro l’attesa sarà solo leggermente più lunga, dal momento che dovrebbero arrivare in boutique a ottobre.Il Submariner e il Submariner Date presentano un restyling nel segno della continuità. Le numerose innovazioni introdotte, infatti, vanno ad impreziosirli senza tradire in alcun modo l’essenza del subacqueo Rolex per eccellenza. Il tutto, per altro, solo con un aumento di listino di poche centinaia di euro. Ma vediamo nel dettaglio.

La prima differenza sta nella taglia della cassa, che passa da 40 a 41 mm, anche se le proporzioni rivisitate trasmettono l’idea di una migliore vestibilità e maggiore leggerezza estetica. 

L’impermeabilità è sempre garantita fino a 300 metri di profondità grazie ad accorgimenti come il fondello, bordato di sottili scanalature, avvitato ermeticamente con un apposito strumento grazie a cui solo gli orologiai Rolex possono accedere al movimento. O come la corona di carica Triplock, dotata di un sistema di tripla impermeabilizzazione e protetta da apposite spallette ricavate nella carrure.Nelle declinazioni presentate del Submariner e del Submariner Date, la lunetta girevole unidirezionale con bordo zigrinato è dotata di un disco Cerachrom graduato 60 minuti in ceramica nera, verde o blu, che permette ai sub di leggere il tempo di immersione in assoluta sicurezza. Le graduazioni e i numeri scavati sono colorati mediante deposito di platino o di oro giallo secondo un procedimento PVD (Physical Vapour Deposition). 

Firma luminosa Rolex, la visualizzazione Chromalight, con lancette e indici rivestiti o riempiti con una sostanza luminescente a emissione di lunga durata che emette una luce blu quando l’orologio si trova in un ambiente buio.Un sistema di fissaggio invisibile garantisce una perfetta continuità visiva tra la cassa e il bracciale, dotato di fermaglio di sicurezza Oysterlock con chiusura pieghevole, studiato per prevenire qualsiasi apertura involontaria e del sistema di allungamento Glidelock, che consente di regolarne la lunghezza di circa 20 mm, facilmente, senza l’ausilio di alcuno strumento e in totale autonomia.

Importante novità sono i movimenti che li animano, ovvero il il calibro 3230, presentato quest’anno, e il calibro 3235, introdotto per la prima volta nella gamma Submariner, che oltre all’ora indica anche la data. Entrambi meccanici a carica automatica, integrano numerosi depositi di brevetto a livello di precisione, autonomia, resistenza agli urti e ai campi magnetici, comfort di utilizzo e affidabilità. Comprendono infatti lo scappamento Chronergy, insensibile ai campi magnetici, una versione ottimizzata della spirale Parachrom blu, fino a dieci volte più precisa di una spirale tradizionale in caso di urto e il dispositivo anti-urto Paraflex ad alto rendimento. Inoltre vantano un’autonomia circa del 15% maggiore delle versioni precedenti: fino a 70 ore di riserva di marcia.

Proposti in acciaio, acciaio e oro e oro, con prezzi che vanno dai 7.750 euro per la versione solo tempo in acciaio ai 38.000 di quella in oro bianco, i nuovi otto Submariner sono tutti certificati Cronometro Superlativo e coperti da 5 anni di garanzia.