I nuovi orologi della maison sono più duri che mai – ma leggerissimi – grazie alla Carbon Core Guard structure.

Orologi sempre più leggeri, dal design innovativo e resistenti a qualsiasi tipo di urto: così G-Shock cerca di alzare ancora l’asticella, lanciando a Baselworld nuove collezioni caratterizzate dall’utilizzo di una particolare struttura in carbonio, la “Carbon Core Guard structure“. L’ennesimo salto in avanti per una maison che ha scelto per i propri segnatempo prima la resina, poi l’acciaio e infine questa nuova soluzione. Durissimi e leggeri, ecco allora i arrivati nella serie Carbon Core Guard: GWR B1000, GG B100, GST-B200, GA 2000.Il primo degli orologi ad arrivare sul mercato, il GWR B-1000 Gravity Master, è caratterizzato dalla monoscocca in carbonio che integra cassa e fondello, estendendo la proverbiale indistruttibilità dei segnatempo G-Shoc anche ai pulsanti. L’uso del titanio per le parti metalliche permette di abbassare il peso fino a soli 72 gr, mentre la tecnologia Triple G Resist è pensata per superare gli urti, la forza centrifuga e le vibrazioni. Una vocazione confermata anche dal cinturino con inserto in fibra di carbonio, resistente alla trazione. In questo modo, il modello è perfetto per essere indossato anche nelle condizioni più estreme. La precisione, infine, è affidata al Bluetooth e ai segnali radio di calibrazione dell’ora.Il GWR B-1000 Gravity Master non è però l’unica novità G-SHOCK già a disposizione degli appassionati: sempre a Baselworld 2019, infatti, è stato presentata anche la limited edition GWR-B1000X. Come il modello base, l’orologio è forte della Carbon Core Guard Structure, arricchito però dai tipici dettagli rossi della casa giapponese. Il GWR-B1000-1A1 è disponibile in due versioni, nero con dettagli blu e total black, ed è in vendita al prezzo di 799 euro. Il  GWR-B1000X in edizione limitata ha invece un costo di 999 euro.