Hublot celebra i 40 anni dalla sua fondazione organizzando un’esposizione per ripercorrere le tappe principali della sua storia.

Un’ascesa dirompente, quella di Hublot, nata come piccolo marchio di orologi svizzeri nel 1980 e oggi vera e propria manifattura d’avanguardia riconosciuta in tutto il mondo. I 40 anni dalla fondazione sono così diventati occasione preziosa per ripercorrere le tappe di questo straordinario cammino, celebrando i successi che le hanno permesso di fare breccia nel cuore degli appassionati di lancette. Per festeggiare l’importante ricorrenza, ecco allora 5 curiosità sul marchio elvetico che ne sintetizzano a pieno il dna unico.
L’Arte della Fusione

A caratterizzare il percorso di Hublot è la voglia di fondere passato e presente all’interno di orologi futuristici, unendo materiali preziosi a componenti high-tech. Il 1980 fu così l’anno di lancio del Classic Original, che combinava per la prima volta nella storia dell’orologeria l’oro della cassa con il caucciù del cinturino. Nel 2005 fu invece la volta dell’emblematico Big Bang Original, con inserto in composito nero pensato per trasmettere l’impressione che fosse attraversato dal cinturino in caucciù. Un anno dopo toccò al Big Bang All Black allargare il concetto di “visibilità invisibile del tempo”, con uno stile monocromatico potente poi ripreso in versione sportiva dal King Power. Il Classic Fusion lanciato nel 2008 fu invece una rivoluzione unisex, forte di tante funzioni e colori vibranti.

Il segreto è nei materiali

Alla base di tanti successi Hublot c’è la scelta di materiali mai banali. Il caucciù è forse il più emblematico tra i tanti adottati dal marchio, fin dalla sua fondazione. Impossibile però non citare anche il Magic Gold, lega d’oro a 18 carati che non si graffia e vanta una durezza senza uguali, e l’oro rosso King Gold dalle tonalità più calde. La maison si muove da tempo anche nel mondo della ceramica, sfruttandone le capacità antiallergiche e inossidabili, e in quello dello zaffiro: a oggi la casa elvetica è l’unica a padroneggiarne la complessa industrializzazione e a mettere a punto nei suoi laboratori nuove tonalità (nero, giallo, blu e rosa).Sempre in movimento

Hublot è anche sinonimo di movimenti unici e innovativi. Introdotto nel 2010, il calibro Unico è stato il primo movimento cronografico meccanico interamente progettato, sviluppato e realizzato dalla maison e si distingue per l’architettura atipica, con doppia frizione e ruota a colonne visibile lato quadrante. Suo successore è stato il Meca-10, con uno scheletro che ricorda un gioco di costruzioni “Meccano” e un’autonomia di 10 giorni. Nel 2012 è stato presentato inoltre un tourbillon con riserva di carica di 5 giorni associato a una ripetizione dei minuti con un doppio timbro cattedrale. Celebri anche i “Masterpieces” nelle serie limitate, come l’MP-02 Key of Time, che indica l’ora secondo i nostri desideri, o l‘MP-05 “LaFerrari”, che incorpora 637 componenti, un tourbillon e una riserva di carica di 50 giorni.

Tante leggende per un’unica storia

Tanti i volti dietro i successi Hublot, dall’imprenditore italiano Carlo Crocco, il fondatore, a Ricardo Guadalupe, Ceo del marchio dal 2012, fino all’attuale presidente Jean-Claude Biver. Accanto a loro, una lunga lista di personaggi famosi che ha scelto di legare il proprio nome a quello della maison: l’uomo più veloce del mondo, Usain Bolt, “O’Rey” Pelè, mito assoluto del calcio, e l’attaccante del Psg Kylian Mbappé, fresco finalista di Champions League. E ancora i Depeche Mode, lo scultore Richard Orlinski, Lapo Elkann. Ognuno pronto a dare il proprio contributo per scrivere una storia unica.
Una festa in grande stile

Per celebrare i 40 anni dalla nascita, Hublot ha allestito una mostra progettata da Samuel Ross nel cuore della Manifattura Hublot H2 a Nyon, in Svizzera, accessibile anche a distanza attraverso una visita virtuale sul sito hublot.com. Un modo per immergersi nel glorioso passato del marchio, sotto lo sguardo del Ceo Ricardo Guadalupe che guiderà lo spettatore attraverso quattro tematiche principali: i prodotti, l’Arte della Fusione, le donne e gli uomini che incarnano i valori del brand e infine il suo universo di comunicazione. Ospiti d’eccezione, gli ambasciatori e i Friend of the Brand che prenderanno parte ai festeggiamenti.